affari

Fondi europei diretti e Pnrr indispensabili per la ripresa economica delle imprese italiane.

Secondo lo studio professionale Flavio Boccia & Partners bisogna invertire assolutamente la tendenza di non utilizzare risorse ingenti ed a fondo perduto derivanti dai Fondi Europei Diretti e dal PNRR. Infatti, come più volte dichiarato dal titolare dello studio, Flavio Boccia, già nel 2016 durante una conferenza stampa nella Sala Caduti di Nassiria presso il Senato della Repubblica, ogni anno viene perso circa il 65% dei fondi europei destinati all’Italia. “Risorse che perdiamo come Nazione per sempre in quanto tali ingenti somme vengono destinate agli Stati, all’interno dell’Unione Europea, che hanno saputo utilizzare le risorse a loro destinate.

E parliamo troppo spesso di centinaia di milioni di euro che immessi all’interno di una economia nazionale rappresentano un moltiplicatore enorme di vantaggi in termini economici, occupazionali e sviluppo di indotti collaterali. – sottolinea il commercialista Flavio Boccia – Determinando dei vantaggi enormi in termini di aumento del Prodotto interno lordo nazionale”.

Infatti, secondo lo studio Flavio Boccia & Partners – che ha sedi in quasi tutti gli stati membri dell’Ue ed è collegato a diversi studi professionali presenti anche in altri continenti oltre ad essere attivo anche in numerosi Stati africani – è un vero e proprio spreco non utilizzare ogni anno i circa 14.000 bandi pubblicati dalla Commissione europea con in tantissimi casi il fondo perduto che arriva a coprire per alcune tematiche anche il 100% della spesa.

Chiaro, quindi, che ci troviamo al cospetto di un vero e proprio suicidio economico da parte delle imprese italiane in termini di competitività.

Altro volano importante per lo sviluppo secondo Federico Cimino, partner dello studio Flavio Boccia & Partners, sono i Fondi Bei (Banca Europea degli Investimenti) che finanziano a livello mondiale investimenti superiori ai 25 milioni di euro ad un tasso agevolato.

Inoltre, all’interno dell’Unione Europea è possibile abbinare anche i Fondi Europei Diretti che si ricorda essere cumulabili. Quindi l’Unione Europea ha un sistema a supporto dell’economia europea unico a livello mondiale a cui occorre guardare con attenzione.